Villa unifamiliare a Casaprota (RI)

Vincitrice del Bando "Edifici a Emissione Zero" indetto dalla Regione Lazio nel 2003, l’obiettivo di questo progetto situato nella campagna Sabina, era dimostrare che attraverso l’applicazione di principi bioclimatici e tecnologie solari, si potevano costruire edifici residenziali in grado di assicurare elevati livelli di comfort termico facendo esclusivamente uso delle risorse rinnovabili presenti nel territorio.

Premessa

Una casa unifamiliare di 150 mq di superficie abitabile complessiva, nelle dolci colline del comune di Casaprota (42°24’ Latitudine N), trova posizione sul pendio sud della località denominata Colle Casarena, in mezzo di una zona circondata di uliveti Sabini.

Il progetto ha come punti di partenza le seguenti premesse:​

  • inserire il fabbricato sul territorio nel pieno rispetto del paesaggio
  • utilizzare materiali edili che abbiano un limitato impatto sull'ambiente sia in fase di produzione, utilizzazione e smaltimento (bioedilizia);
  • sfruttare le risorse energetiche rinnovabili esistenti sul territorio, quali sole e vento per assicurare il comfort interno dell'edificio attraverso strategie bioclimatiche e tecnologie solari;
  • fare uso di tecnologie tradizionali ed innovative per essere applicate in altri edifici con manodopera localeoffrire soluzioni tecniche che possano essere applicate diffusamente in altre tipologie architettoniche nuove o esistenti.
Il terreno

 

La casa è situata in un terreno di 2 ha di superficie a 452 m.s.l. Esso ha una conformazione molto varia. Infatti prende parte del crinale del Colle Casarena, affacciandosi in parte minore verso la valle nord per aprirsi verso la valle sud attraversata dal fiume Farfa con un pendio prima ripido per poi addolcirsi in un pianoro di leggera pendenza verso valle.

 

La casa è stata costruita proprio su questo pianoro affacciandosi verso sud e proteggendosi dai venti freddi provenienti dal nord, luogo ideale per una "casa solare". Il pianoro è ora privo di ogni tipo di vegetazione che possa recare ombre indesiderate sul futuro fabbricato.

Gli impianti

 

Il muro solare sud, i locali tecnici e gli impianti


La cantina, il garage e il locale tecnico sono stati localizzati sotto il terrazzo a sud ed interrato, con il duplice scopo di far di base al terrazzo e ospitare tutte le tecnologie solari presenti nell'edificio. Con questa proposta, si è voluto suggerire una soluzione che possa essere riprodotta sul territorio senza dover intervenire su un fabbricato esistente o anche nuovo. Questa soluzione offre i seguenti vantaggi: si integra completamente nel paesaggio, è libero di elementi ombreggianti ed essendo posizionato sotto la casa, il calore sale naturalmente e raggiungerà con meno sforzo i locali da riscaldare.

Essendo il consumo energetico annuo invernale molto basso, pari a 30 kWh/mq, gran parte del calore necessario potrà essere coperto da un sistema solare termico. E' stato quindi ipotizzato un sistema solare ad acqua per la produzione dell'acqua sanitaria e il riscaldamento degli ambienti con un sistema a pavimento radiante che assicura i più elevati livelli di comfort ambientale.

 

13 mq di pannelli solari termici ad acqua copriranno circa il 70% del fabbisogno totale di energia termica invernale. La casa è infine dotata di una sistema di ventilazione meccanica con recupero di calore.

Nelle giornate più critiche dell'anno, una piccola caldaia o stufa alimentata a pellets, cippato o residui della potatura degli alberi presenti nel terreno, coprirà il restante fabbisogno. Per riscaldare l'intera stagione sarebbero necessari soltanto 43 kg di pellets ad un costo complessivo di 7,74 Euro oppure 40 kg di residue di potatura degli ulivi del luogo.

 

Il sistema di controllo automatico DOMINO e il serbatoio di accumulo di 800 litri collegato con i pannelli solari termici, il termocamino, l'impianto di riscaldamento radiante a pavimento e l'adduzione dell'acqua calda sanitaria.

Nella immagina a destra si vede inoltre il serbatoio dell'acqua potabile di 1000 litri di capacità.

 

1/6

1/4

1/4

1/5

architetto Patricia Ferro - Viale dei Mille, 3 - 29121 - Piacenza - M_ +39 3393791376 - www.smarthfurniture.com  -  ​www.patriciaferro.com - patricia@patriciaferro.com

© 2023 by Digital Marketing. All rights reserved